Come prendersi cura del proprio gatto nel modo giusto

Prendersi cura di un gatto porta con sé una serie di importanti responsabilità ed impegni quotidiani.
Così come tutti gli animali domestici, i gatti hanno bisogno di attenzione ed amore, in modo da poter crescere forti e sereni.

Tra il padrone ed il proprio gatto si instaura un legame indissolubile, un rapporto di fiducia reciproca che va oltre qualsiasi cosa. Questi animali sono tra i più fedeli in assoluto, capaci di dimostrare la propria gratitudine in centinaia di modi diversi.

Ma come ci si prende cura di un animale domestico? Quali sono gli accorgimento e le attenzioni che bisogna mettere in atto per assicurargli una vita serena?

Scopriamo insieme cosa significa prendersi cura del proprio gatto nel modo giusto, facendolo sentire accolto ed al sicuro in ogni momento della giornata.

Assicurargli un’alimentazione sana

La prima cosa che potete fare per prendervi cura del vostro gatto è assicurargli un’alimentazione sana.
Nonostante possa sembrare scontato, l’alimentazione ha un ruolo determinante nella salute del gatto. Se non assume la giusta quantità di cibo – magari mangia poco o troppo – e non assimila la giusta dose di nutrienti, il suo organismo potrebbe iniziare a risentirne molto presto.

Cercate di affiancare al consumo di croccantini anche qualche confezione di cibo umido, alternando carne e pesce. In questo modo, assicurandovi di scegliere marche leader del mercato, aiuterete il vostro amico felino a dare il meglio di sé.
Provate a chiedere consiglio al veterinario se siete indecisi, sicuramente lui saprà consigliarvi una marca degna di nota.

Costruirgli un rifugio

I gatti hanno bisogno dei propri spazi, delle proprie zone private in cui sentirsi al sicuro e “padroni”. Ciò significa che dovrete costruirgli degli spazi dedicati, per quanto piccoli siano. Basta davvero poco, anche una semplice sedia che gli viene riservata.

L’illusione di avere il pieno controllo su quel territorio aiuterà il gatto ad allentare la pressione e gli trasmetterà sicurezza.

La cuccia, ad esempio, non dovrebbe mai essere spostata dal punto in cui è stata posizionata la prima volta. Questo perché i gatti sono animali abitudinari che amano la routine, e preferiscono avere sempre tutto sotto controllo.

Prendersi cura del pelo

Curare il pelo del gatto è fondamentale esattamente come controllare la sua alimentazione. Il processo di pulizia del gatto deve essere continuo e preciso, così da aiutare lui a sentirsi “in ordine” ed aiutare voi stessi a non ritrovare troppi peli in giro per casa.

Per avere a disposizione tutto il materiale necessario a prendervi cura del vostro gatto, potete acquistare un comodo kit di pulizia, che comprende tutti gli accessori appositi.

In particolare, all’interno del Kit Rimuovi Peli ritroverete tre oggetti utili:
  • La pratica spazzola rimuovi peli, 
che si occupa di liberare qualsiasi superficie dalla presenza dei peli del gatto;
  • Il guanto rimuovi peli, 
che viene utilizzato per spazzolare il gatto e liberarlo dei peli in eccesso. 
Si è scelto di utilizzare la forma del guanto perché può essere indossato direttamente ed aiuta il cucciolo ad abituarsi a quello che sta succedendo, come se il padrone lo stesse semplicemente accarezzando;
  • Due zampe cattura peli, 
che possono essere posizionate in lavatrice ed attirano tutti i peli nascosti sui vestiti;

L’utilizzo del kit vi permetterà di risparmiare molto tempo, completando l’acquisto di tre oggetti utili in una sola volta.

Kit Rimuovi Peli

39,97€ 59,97€


Visite periodiche dal veterinario

Infine, per assicurarvi che il gatto sia sempre in salute ricordate di portarlo periodicamente dal veterinario.
I più piccoli, che magari sono stati adottati da poco, hanno bisogno di più controlli di routine. Nella maggior parte dei casi devono ancora vaccinarsi per poter essere protetti dai parassiti, quindi meglio prepararsi in tempo e raggiungere il veterinario tempestivamente.

Mano mano che si procede con l’età, ed il gatto inizia a diventare più anziano, è necessario portarlo spesso dal veterinario per capire se c’è qualcosa che non va.
Non appena notate qualche cambiamento nel suo comportamento abituale, chiamate il medico ed ascoltate il suo parere. In questi casi, non si è mai troppo previdenti perché non conosciamo approfonditamente tutte le possibili patologie che potrebbero colpire il gatto.